Premio di Poesia "Un Viaggio nell'Universo" 2009




Premio di Poesia “Un Viaggio nell'Immenso”


Sabato 3 ottobre 2009, un pomeriggio di poesia fra le sculture di Simon Benetton nello studio di via Panai Cesa a Treviso. Il presidente del Circolo poeta Adriano Gionco ha aperto la terza edizione dell’incontro: “… in questo ambiente straordinario fra arte e natura. Adatto per ospitare la poesia e dove si respira la poesia fra le sculture esposte nel parco ed all’interno dello studio…le poesie sono state particolarmente apprezzate dalla giuria, specialmente le poesie in lingua italiana. Significativi e di buon livello anche i lavori dei poeti europei” Continua con l’augurio che il premio si possa ripetere anche il prossimo anno e ringrazia il Presidente della Fondazione Cassa Marca per le parole di incoraggiamento ed augurio ricevute per mail. Lo scultore Simon Benetton ha portato il suo saluto ai presenti. Dell’arte ha detto: “ …è cosi importante e così forte per quanto riguarda il senso della vita che bisogna essere disponibili per poter dare il più possibile. .L’opera è di proprietà dell’artista quando l’ha eseguita o l’ha scritta poi diventa di tutti. Questo dal punto di vista umano è molto importante…la parola come la musica è molto bella anche perché ha un suono, tutto questo fa parte del senso della vita, nel profondo, ognuno di noi ha tanto da dare.…anche per il prossimo anno ci troveremo ed organizzeremo qualcosa di bello e di importante per l’arte.”.Il professor Gino Pastega presidente di “Poesia Venezia” ha portato il saluto dei poeti veneziani a questo importante incontro E’ commosso di essere qui fra l’arte e la natura tutto è molto suggestivo: “… un saluto affettuoso e di lode per questa associazione che ha un presidente molto attivo. Mai come oggi il mondo e l’uomo hanno bisogno di poesia che promuove quei valori di verità di amore e di amicizia che sono alla base di ogni necessità.”. L’Assessore all’Urbanistica della Provincia di Treviso Franco Conte ha detto: “Con piacere ritorno in questo luogo per la seconda volta, siamo tra la poesia e le opere dello scultore Simon Benetton.”. Continua parlando di poesia dicendo che le persone con queste forme espressive hanno modo di tirar fuori quello che sentono dentro e che si deve aver maggior cura ed interesse per queste nostre personalità e che siano apprezzate per quello che sono e per quello che si meritano anche al di fuori del nostro paese. Stilate dal prof. Giuliano Simionato sono state lette dal presidente le motivazioni delle poesie premiate ed infine sono stati consegnati i premi e le incisioni di Bruna Brazzalotto a tutti i partecipanti al concorso. Il Presidente Adriano Gionco ha ringraziato per il contributo che hanno dato alla buona riuscita della manifestazione: lo scultore e poeta Simon Benetton, il Sindaco di Treviso Giampaolo Gobbo e l’Assessore alla Culture dr.Vittorio Zanini, il Presidente della Provincia Leonardo Muraro, il Presidente della Fondazione Cassa Marca avv. on. Dino De Poli, La Gioielleria Giraldo, l’Azienda Vitivinicola del poeta Bruno Balzan di Valdobbiadene, le Cantine Ruggeri di Valdobbiadene, il Segretario e Tesoriere del Circolo Renzo Schiavinato, Daniel Gaudenti, Lella Metelka, la Giuria del Premio, Bruna Brazzalotto e tutti coloro che hanno partecipato alla buona riuscita della manifestazione. L’incontro si è chiuso con una bicchierata e l’augurio di ritrovarci il prossimo anno.


Verbale della Giuria per il Concorso Triveneto di Poesia “Un viaggio nell’immenso”

La giuria, riunitasi sabato 12 settembre 2009 alle ore 10,30 presso l’Industria di Adriano Gionco a Spresiano, ha così deliberato:


Sezione A - Poesia in Dialetto Triveneto


Classificata 1^- “Valmorel” di Emilio Gallina – Treviso

Classificata 2^ – “ Sto Dio” di Angelo Moro – Murano (VE)

Segnalate:

“No ‘l me someja” di Aldo Ronchin – Ormelle (TV)

“Un viaggio nell’immenso” di Anna Maria Bosello – Treviso


Sezione B - Poesie in italiano


Classificata 1^ – “Donna di mare” – di Eliana Olivotto – Belluno

Classificata 2^ – “Come in un sogno” di Rina Dal Zilio – Quinto di Treviso

Classificata 3^ – “Liquida immensità” di Roberto Renosto – Treviso

Segnalate:

“Viandante” di Pina Michela Carìa – Treviso

“Dedicata a morti sul lavoro” di Giorgia Pollastri – Mestre (VE)

“Un viaggio nell’immenso” di Gabriella Scomparin – Biancade di Roncade (TV)


La giuria ha espresso il suo apprezzamento (tanto per il numero quanto per la qualità) per i componimenti presentati in entrambe le sezioni (dialetto e italiano), ed ha formulato l’augurio che il concorso possa riscuotere in prosieguo l’adesione ancor più significativa degli autori impegnati ad esprimere e a valorizzare l’identità del territorio triveneto nei suoi aspetti di vita, storia e cultura.
Nutrita e di buon livello anche la partecipazione dei poeti europei, tra i quali si è ritenuto di segnalare, per l’originalità del suo breve racconto e del suo messaggio, Jacqueline Wolff del Luxembourg.
La giuria ringrazia tutti i partecipanti ed auspica che il concorso di “EL SIL” possa conoscere, nelle sue future edizioni, diffusione ancora più ampia.


Componenti:

Adriano Gionco, poeta e scrittore presidente del Circolo “Amissi de la Poesia”; Simon Benetton, scultore e poeta; Michele Miriade, giornalista e scrittore; Giuliano Simionato, presidente emerito dell’Ateneo Trevigiano, scrittore e musicologo; Giustina Menegazzi Barcati, poetessa e scrittrice, Gino Pastega, poeta e scrittore; Bruna Brazzalotto pittrice e poetessa. Segretario: Alberto Albanese jr., poeta



Primo Premio Sez A


VALMORÈL*


In te ‘ sta Val inbarlurnia de sol

el siénsio che sbrissa zo col vento

par prai e rive

ricamai de noseéri, alborèe,

ròri e ‘ na sagra de fiori,

ciàma pensièri e ricordi.

No’ fa çèrto spèce che Dino, **

vegnéndo su par la costa

drio trozi èrti, fadigài,

trovàsse e fià e rèchie

soto i brassi del vecio tilièr

incantà da la chiète

e dal panorama che se vèrze

sul slargo de la Val Beluna,

le créste de la Schiàra

e sul presepio de borghi e paesi

zo in te la piana.

Nel siénsio no’ te senti

che ‘l cantàr de osèi, de grìi,

el busnàr dée ave tomo i fiori

e el frussàr del ventesèl amigo

che te caréssa fa man inamoràda

el viso coréndo via alègro

tra ‘sti lòghi de paradiso.

Su su in tea vèrta del ciél,

pojàne e falchéti gira, gira,

come la mente

in sérca de ricordi.


*Splendida valle alle porte di Belluno

** Dino Buzzati – scrittore


Emilio Gallina – Treviso


Motivazione:

“…Avvincente per l’intima consonanza col paesaggio,

finemente rispecchiata nelle immagini e nel lessico. ”



Primo premio sez. B


Donna di mare


Orme sulla sabbia dei suoi piedi nudi

affannati nella corsa

per scrutare se all’orizzonte appaia

la barca a vela bianca

di lui… del suo pescatore.

Si allunga l’occhio, ala

di gabbiano,

fino a un punto nero

fermo là ove il mare

si compenetra col cielo,

e plana.

S’inoltra la donna a piedi scalzi

nell’acqua che separa

e unisce la distanza,

mentre uno scroscio d’onda

giunto da lontano

con mille e mille perle tutta la ricopre,

tutta la bagna

Immobile baluardo nell’attesa,

l’avvolge il vento, che asciuga i suoi

capelli sciolti e

scarmigliati

come bandiera che s’agita

nell’ombra cupa della sera

là ove, serpe nera, s’allunga

la scogliera.


Eliana Olivotto – Belluno


Motivazione:

“… Simbolico intreccio di emozioni e di chiaroscuri,

riverberato dalla pregnante allusività del verso.”





PREMIO TRIVENETO DI POESIA “LA PAROLA E’ MUSICA” 2008




Quando l’arte incontra l’arte gli animi si aprono alle meraviglie. Così è successo nel pomeriggio di sabato 27 settembre 2008 presso lo Studio-Museo di Simon Benetton (Via Pagani Cesa TV). Fra le opere esposte i poeti premiati e la poetessa Giustina Menegazzi Barcati hanno letto le poesie. Il presidente del Circolo poeta Adriano Gionco, per un improvviso impegno, ha inviato il suo saluto e il suo messaggio per la buona riuscita della manifestazione. Presente un folto pubblico di autorità, poeti, amici e simpatizzanti. Lo scultore e poeta Simon Benetton, ha aperto l’incontro parlando di poesia ed i suoi versi interpretano questi preziosi momenti: ”Conoscere/ vedere per capire il vedere/ ascoltare per imparare/ ad ascoltare.” Il prof. Giuliano Simionato ha parlato del buon livello delle poesie inviate ed ha espresso le motivazioni per le poesie premiate. Nel suo intervento ha citato i versi del poeta Clemente Rebora (Milano 1885/1957) e ha letto un sonetto dedicato alla musica, musica come soave conoscenza che rivela all’anima il creatore, la verità, l’amore e aggiunge vita alla vita. La poesia anche se difficilmente definibile parla al cuore di tutti..
Presente l’Assessore all’Urbanistica della Provincia Franco Conte che ha portato i saluti del Presidente Leonardo Muraro ed ha sottolineato il valore di questa provincia non solo dell’impegno degli abitanti per il lavoro ma anche per la sua cultura. Al poeta Boscolo Maurizio Meneguolo (Sottomarina Chioggia/VE), primo premio per la poesia in dialetto “La Musica del Mare”, gli è stato assegnato il trofeo, opera dello Scultore Simon Benetton, con la seguente motivazione: ”Componimento pervaso da una gamma d’immagini e di sentimenti mutuati da un contesto di vita primigenio e familiare, reso con sapida duttilità linguistica”. Secondo premio al poeta Gianni Vivian di Mestre, terzo premio alla poetessa Clara Rossetti di Mestre, segnalati i poeti Guido Leonelli (Calceranica al Lago/TN) e Mario Cariani (Treviso). Alla poetessa Gabriella Scomparin (Biancade TV), primo premio per la poesia in italiano “Componimento” è andato il trofeo di Simon Benetton con la seguente motivazione: ”Poesia pregnante per sintesi e levità evocativa, che esprime in un’armoniosa partitura d’immagini l’omaggio alla musica come fonte di serenità e di elevazione spirituale”. Secondo premio alla poetessa Rina Dal Zilio (Quinto di Treviso), terzo premio alla poetessa Eliana Olivotto (Belluno), segnalati i poeti Guido Ranieri Da Re (Treviso), Mauro Zanato (Treviso) e Aurora Fiorotto Arsetta (Treviso). Infine tre premi speciali della Giuria ai poeti: Aldo Ronchin di Ormelle (TV), Aldo Purisiol (Mestre/VE) e Antonio Pedroni (Treviso).
Un ringraziamento speciale è andato ai poeti, dell’Accademia Europea delle Arti invitati a partecipare a questo incontro con le loro poesie, molto apprezzate dalla giuria.
Come attestato di partecipazione al concorso è stata consegnata una incisione di Bruna Brazzalotto .
Il presidente del Circolo e della Giuria poeta Adriano Gionco ringrazia, per aver reso possibile la buona riuscita del “Premio Triveneto di Poesia”: La Giuria, Simon Benetton, il Comune di Treviso, La Provincia di Treviso, la Fondazione Cassamarca, la Gioielleria Giraldo, il giornalista Michele Miriade, Bruno Balzan, Renzo Schiavinato, Alberto Albanese e il nipote Daniel Gaudenti per l’impianto del microfono, Bruna Brazzalotto, e tutti coloro che hanno dato vita alla manifestazione. Il pomeriggio si è concluso con un piacevole e gustoso simposio e con il brindisi di “cartizze” offerto dall’Azienda Vitivinicola del Poeta Bruno Balzan di Valdobbiadene (TV).Verbale della Giuria per il Concorso Triveneto di Poesia “La Parola è Musica”

La giuria, riunitasi il 6 settembre 2008 presso l’Industria di Adriano Gionco a Spresiano, ha così deliberato:


Sezione A
Poesia in Dialetto Triveneto
1^ classificata “La Musica del Mare”
di Boscolo Maurizio Meneguolo – Sottomarina VE
2^ classificata “Fèrmite un poco”
di Gianni Vivian – Mestre-Venezia
3^ classificata “E xe Musica”
di Clara Rossetti – Chirignago Venezia

Segnatale le poesie:
“Silenzi che va per sòra” di Guido Leonelli” – Calceranica al Lago – Trento
“Canzhòn” di Eliana Olivotto – Belluno


Sezione B
Poesia in Lingua Italiana
1^ classificata “Componimento”
di Gabriella Scomparin – Biancade di Roncade –TV
2^ classificata “In questo tempio d’aria”
Di Rina Dal Zilio – Quinto di Treviso
3^ classificata “Musica di addio alla gazza guardiana”
di Eliana Olivotto – Belluno

Segnalate le poesie:
“L’adagio della nona” di Guido Ranieri Da Re – Treviso
“Preludio di Musica” di Mauro Zanato – Treviso
“Parole e Musica” di Aurora Fiorotto Arsetta – Treviso

Segnalazione Speciale della Giuria:
“Solitudine di un vecchio” di Aldo Ronchin – Ormelle – Treviso
“La voce tua” di Aldo Purisiol – Mestre-Venezia
“Per certi versi” di Antonio Pedroni – Treviso


La giuria ha ritenuto sensibilmente apprezzabile come numero e come qualità, le poesie sia in italiano che in dialetto. Auspica il proseguimento dell’iniziativa anche per l’anno prossimo, al fine di contribuire sempre più allo sviluppo della sensibilità poetica e culturale del nostro dialetto, portatore di storia e di cultura importante e radicata, nonché della ricerca lessicale.
La Giuria esprime soddisfazione del lavoro svolto e ringrazia tutti i partecipanti, augurandosi anche per il futuro che il lavoro svolto da “El Sil” abbia sempre più ampia e feconda diffusione.
Un ringraziamento speciale della Giuria ai poeti europei per la partecipazione con i loro interessanti lavori.

Componenti la Giuria:
Adriano Gionco Presidente “Circolo Amissi de la Poesia”- poeta, Simon Benetton scultore, poeta e Presidente onorario Accademia Europea delle Arti, Michele Miriade giornalista del Gazzettino, Giuliano Simionato Presidente Ateneo Trevigiano e Consigliere per la Letteratura e Musica dell’Accademia Europea delle Arti, Giustina Menegazzi Barcati poetessa, Emilio Gallina poeta e Bruna Brazzalotto pittrice, poetessa e Presidente Accademia Europea delle Arti.
Segretario Alberto Albanese jr. poeta.
Verbale della Giuria per il Concorso Triveneto di Poesia “La Parola è Musica”

La giuria, riunitasi il 6 settembre 2008 presso l’Industria di Adriano Gionco a Spresiano, ha così deliberato:


Sezione A
Poesia in Dialetto Triveneto
1^ classificata “La Musica del Mare”
di Boscolo Maurizio Meneguolo – Sottomarina VE
2^ classificata “Fèrmite un poco”
di Gianni Vivian – Mestre-Venezia
3^ classificata “E xe Musica”
di Clara Rossetti – Chirignago Venezia

Segnatale le poesie:
“Silenzi che va per sòra” di Guido Leonelli” – Calceranica al Lago – Trento
“Canzhòn” di Eliana Olivotto – Belluno


Sezione B
Poesia in Lingua Italiana
1^ classificata “Componimento”
di Gabriella Scomparin – Biancade di Roncade –TV
2^ classificata “In questo tempio d’aria”
Di Rina Dal Zilio – Quinto di Treviso
3^ classificata “Musica di addio alla gazza guardiana”
di Eliana Olivotto – Belluno

Segnalate le poesie:
“L’adagio della nona” di Guido Ranieri Da Re – Treviso
“Preludio di Musica” di Mauro Zanato – Treviso
“Parole e Musica” di Aurora Fiorotto Arsetta – Treviso

Segnalazione Speciale della Giuria:
“Solitudine di un vecchio” di Aldo Ronchin – Ormelle – Treviso
“La voce tua” di Aldo Purisiol – Mestre-Venezia
“Per certi versi” di Antonio Pedroni – Treviso


La giuria ha ritenuto sensibilmente apprezzabile come numero e come qualità, le poesie sia in italiano che in dialetto. Auspica il proseguimento dell’iniziativa anche per l’anno prossimo, al fine di contribuire sempre più allo sviluppo della sensibilità poetica e culturale del nostro dialetto, portatore di storia e di cultura importante e radicata, nonché della ricerca lessicale.
La Giuria esprime soddisfazione del lavoro svolto e ringrazia tutti i partecipanti, augurandosi anche per il futuro che il lavoro svolto da “El Sil” abbia sempre più ampia e feconda diffusione.
Un ringraziamento speciale della Giuria ai poeti europei per la partecipazione con i loro interessanti lavori.

Componenti la Giuria:
Adriano Gionco Presidente “Circolo Amissi de la Poesia”- poeta, Simon Benetton scultore, poeta e Presidente onorario Accademia Europea delle Arti, Michele Miriade giornalista del Gazzettino, Giuliano Simionato Presidente Ateneo Trevigiano e Consigliere per la Letteratura e Musica dell’Accademia Europea delle Arti, Giustina Menegazzi Barcati poetessa, Emilio Gallina poeta e Bruna Brazzalotto pittrice, poetessa e Presidente Accademia Europea delle Arti.
Segretario Alberto Albanese jr. poeta.





PREMIO TRIVENETO DI POESIA “LA PAROLA E’ MUSICA” 2008



Sabato 29 settembre, nello studio di Via Pagani Cesa a Treviso, fra le opere dello scultore Simon Benetton sono stati consegnati i premi ai vincitori del concorso di poesia. Presenti un centinaio di persone fra poeti ed amici che hanno fatto vivere i “ferri” dello scultore. Al tavolo, tra le opere che rappresentano “Il giardino dei Filosofi”, il Presidente del Circolo Amissi de la Poesia Adriano Gionco ha aperto l’assemblea illustrando l’attività del Circolo, l’organizzazione del concorso e il senso della poesia e l’arte con la scultura e il tema della luce. Ringraziando i presenti, in particolare i poeti europei che hanno partecipato. L’Assessore all’Ecologia-Ambiente-Territorio Ubaldo Fanton della Provincia di Treviso si è complimentato dell’iniziativa con i poeti ed ha partecipato allo scultore Simon Benetton la sua grande emozione di trovarsi fra tante opere d’arte, conosciute in tutto il mondo. Di arte e di poesia ha parlato Giuliano Simionato presidente dell’Ateneo di Treviso.
Ai primi premi ex equo per le poesie in lingua italiana: Aurora Arsetta e Rina Dal Zilio e al primo premio per la poesia in dialetto Guido Leonelli (assente giustificato), lo scultore Simon Benetton ha consegnato le sculture eseguite per l’occasione. Rappresentano “La Luce, come fonte di pensiero”, è un segmento di luce catturato da un cristallo che sorge fra i “ferri”. Ai poeti che si sono classificati secondi: Maurizio Boscolo Meneguolo (assente) e Rosa Antonucci sono state consegnate la coppa della Provincia di Treviso e la targa del Comune di Treviso; ai terzi classificati Adriano de Lazzari e Antonio Pedroni un quadretto in argento offerto dalla Gioielleria Giraldo e una coppa offerta da Alberto Albanese jr. Per i premi speciali: Emilio Gallina e Daniel Gaudenti una targa offerta da Alberto Albanese jr. e la medaglia d’argento del Circolo Amissi de la Poesia. A tutti i partecipanti è stata consegnata un’acquaforte di Bruna Brazzalotto, come attestato di partecipazione. Si ringrazia la Fondazione CassaMarca per i libri d’arte che sono stati offerti alla giuria del premio. I volumi d’arte del Comune di Treviso sono stati dati allo scultore Simon Benetton ed al presidente del Circolo Adriano Gionco.
Un ringraziamento per la partecipazione come invitati ai 29 poeti che dal Belgio, Francia e Svizzera, hanno inviato le loro poesie, componimenti dove il tema della luce è sviluppato con grande sentimento e poesia; riceveranno un attestato di partecipazione. I poeti ringraziano lo scultore e poeta Simon Benetton per la disponibilità e per lo spazio che con tanto entusiasmo ha messo a disposizione tra le opere più recenti dal titolo “Fonte di Luce” e “Germoglio del Pensiero” sculture realizzate con ferro e vetro.
Un grazie a tutti coloro che hanno reso questa manifestazione un incontro interessante e ricco d’arte e di poesia. Per il brindisi finale, organizzato dal poeta Renzo Schiavinato, si ringrazia l’Azienda Viticola di Bruno Balzan di Valdobbiadene (TV) e l’Azienda Viticola “Alla Molinella” di Povegliano (TV).


Verbale della Giuria
Premio Triveneto di Poesia “Luce, come fonte di pensiero”.
I componemti la giuria: Adriano Gionco, Simon Benetton, Giuliano Simionato, Enzo De Mattè, Laura Simeoni, Giustina Menegazzi Barcati e Bruna Brazzalotto si sono riuniti il 21.9.2007 a Spresiano presso la sede del Presidente Adriano Gionco e hanno così deliberato:

Sezione A – Poesie in dialetto triveneto
premio “Na Carega” di Guido Leonelli – Calceranica al Lago (TN)
premio “La musica del mare”di Maurizio Boscolo Meneguolo –Sottomarina – Venezia
premio “Lampi de luce” di Adriano De Lazzari – Treviso
Premio speciale a: “A Simon Benetton” di Emilio Gallina – Treviso

Sezione B – Poesie in lingua italiana
premio ex equo alla poesia “La mia Luce” di Aurora Fiorotto Arsetta – Treviso
premio ex equo alla poesia “Autunno nella città vecchia” di Rina Dal Zilio – Treviso
premio “Una scheggia di luce” di Rosa Antonucci – Treviso
premio “ Che luce li avvolga” di Antonio Pedroni – Treviso
Premio speciale a: “Una giornata d’estate” di Daniel Gaudenti (anni 10) – Signoressa (TV)

Hanno inviato i lori componimenti 29 poeti invitati, dell’Accademia Europea delle Arti, provenienti dal Belgio, Svizzera e Francia. E’ stato un onore per il Circolo che si augura di poter condividere anche in altre occasioni l’amore per la poesia. Questi poeti sono stati particolarmente apprezzati dalla giuria e riceveranno un attestato di partecipazione.

Si ringraziano per i premi offerti: lo scultore Simon Benetton, la Fondazione CassaMarca, il Comune di Treviso, la Provincia di Treviso, la gioielleria Giraldo, il poeta Alberto Albanese jr.; per le incisioni (attestati di partecipazione) la pittrice Bruna Brazzalotto , per il brindisi l’azienda viticola del poeta Bruno Balzan di Valdobbiadene (TV) e l’Azienda viticola “Alla Molinella” di Povegliano (TV).


La mia Luce

Il tuo primo vagito, la prima volta che ti ho visto,
che ti ho stretto fra le mie braccia, che ho preso,
fra le mie, le tue piccole lunghe mani.
Il mio primo bacio sulla tua fronte, il primo
contatto delle mie dita sul tuo dolce e piccolo volto.
La mia luce.
Il tuo primo sorriso, la prima volta che mi hai
chiamato mamma, i tuoi primi passi traballanti,
la tua presenza nella mia vita.
La mia luce.
I giorni passati mano nella mano, il vederti
crescere, diventare bambino, ragazzo uomo.
Vederti il giorno della laurea, con tutto l’orgoglio
che mi riempiva il cuore di felicità.
La mia luce: la tua vita.
E poi il buio.
Ho stretto le tue lunghe magre mani fra le mie.
Ho accarezzato le tue dita affusolate, il contorno
della tua bocca senza il tuo sorriso,
i tuoi occhi chiusi.
Ti ho dato il mio ultimo bacio sulla fronte.
Ti ho guardato per l’ultima volta con le lacrime
agli occhi, riempiendomi la mente, il cuore,
della tua immagine.
E poi il buio.
Non c’è più luce nella mia vita.


Aurora Fiorotto 1^ Classificata ex-aequo





Autunno nella città vecchia

Scivola l’autunno
sopra le righe della città, si adagia
con veste di bruma sottile
amoroso sudario a custodire
la sacralità delle pietre.
(E’ stagione che non vuole ferire).
Piazza dei Signori accoglie le ore
gremite di voci di passi di voli.
Salgono i mattini, si schiudono
ad una luce che balugina
dai vicoli al fiume.
Stanno i vecchi sulle panchine
con mani pazienti a raccogliere
gocce di sole.
Il tramonto si accende
nel rosso Tiziano
(il mantello della Vergine nell’Annunciazione)
lembi, barbagli distribuiti nel cielo
fino a spegnersi nella sera
fitta di silenzi, ove pur rimane
un’eco di preghiera
che sembra danzare sospinta
dai capricci del vento.
E giunge la notte
con cristalli di rugiada
tra le ciglia.


Rita Dal Zilio I^ classificata ex-aequo